Agriturismo

“Ca’ Piadera ha il carattere di un’avventura.
Tutto è iniziato con l’acquisto, pochi anni fa, del casolare abbandonato e completamente coperto da piante e arbusti. Con le mie sole forze ho ristrutturato la casa contadina dell’’800 e affrontato notevoli difficoltà, sempre ripagato dalla vista sulla natura incontaminata, generosa di atmosfere e suggestioni. Da allora vivo circondato dai vigneti, condividendo ogni giorno progetti, speranze, visioni future con le persone che collaborano con me in azienda, che rappresentano la mia famiglia. Con essi, forte delle soddisfazioni che gli ospiti regalano, posso dire di dare forma a ciò che fino a qualche tempo fa poteva solo essere un sogno. Per questo continuo a crederci e a essere felice di quest’avventura”.
Glauco Forte

Il casolare che conserva l’antico toponimo Piadera è ora splendidamente ristrutturato, circondato solo da vigneti e immerso nel silenzio dei boschi di larici, castagni e acacie circostanti. Al posto di erbacce e arbusti, ci sono prato inglese e rose rampicanti, aiuole di fiori e piantine di menta, valeriana ed erba luigia.
A gestire le attività dell’agriturismo, la produzione del Prosecco Superiore Conegliano Valdobbiadene Extra Dry e Brut DOCG e del Cabernet Franc IGT, a curare l’orto e il frutteto è una vera e propria squadra di persone che lavorano con il sorriso, piene di entusiasmo e partecipi del medesimo progetto di vita.
Ca’ Piadera è perciò sinonimo di azienda che produce vini di riconosciuta qualità e in cui si allevano maiali per la produzione di sopressa, ossocollo, salame e in cui galline e conigli vivono allo stato semi-brado. È sinonimo di cucina in cui si stende la pasta per ottimi tortelli, lasagne, tagliatelle e da cui esce un buon profumo di ragù e il pane si fa lievitare e cuocere tutti i giorni.
Ma non solo. Ca’ Piadera è luogo deputato alla gentilezza dell’accoglienza e alla genuinità delle esperienze. Luogo in cui sperimentare la dolcezza, perché sincero è il rapporto con la terra e con le tradizioni.